Crea sito
header
TwitterRssFacebook
Pages Menu

Posted by on Mag 16, 2016 in MOTO |

DOMINO MOTOGP: VINALES IN YAMAHA, IANNONE IN SUZUKI, PEDROSA E DOVIZIOSO CONFERMATI.

L’autorevole sito spagnolo marca.es lo dà per definitivo: Maverick Vinales in Yamaha.
Era questa la mossa più attesa, e per molti anche scontata. Tutto è cominciato prima dell’avvio della stagione, con la firma per due anni in Yamaha di Valentino Rossi.

VY00

Questo ha aperto il portone d’uscita a Jorge Lorenzo, che in verità avrebbe volentieri continuato con la moto con cui ha vinto tre mondiali, ma l’ombra di un personaggio di fama globale come Rossi gli avrebbe fatto ancora ombra, per cui era arrivato il momento di cedere alle sirene di Borgo Panigale, amplificate dalla grande stima personale che Dall’Igna nutre nei suoi confronti.

VY04

L’arrivo di Maverick Vinales in Yamaha, quindi, è stato il refrain più gettonato, anche se i dubbi del giovane catalano, in realtà, non sono mancati, visto che comunque in Suzuki aveva la certezza di un ruolo di riferimento del team e di conseguenza anche della casa di Hamamatsu. Anche se per avere i crismi dell’ufficialità bisognerà attendere giovedì, nella conferenza pre gara del Mugello, in effetti la certezza dell’operazione è data da un comunicato ufficiale dell’HRC: Dani Pedrosa ha firmato il rinnovo con l’Honda per altri due anni.

VY03

Un rinnovo che si può leggere chiaramente come ovvia conseguenza dell’arrivo di Vinales in Yamaha, visto che Dani Pedrosa si era candidato, neanche troppo velatamente, nel ruolo di sostituto del campione del mondo.

Alla fine, l’HRC ha accordato a Pedrosa un rinnovo per altri due anni, come si è premurato di dichiarare Shuei Nakamoto:

Siamo molto lieti di rinnovare il nostro contratto con Dani Pedrosa. Apprezziamo la sua fedeltà alla Honda ed all’HRC. Abbiamo lavorato insieme per molti anni ed abbiamo sempre visto in Dani la stessa passione e dedizione. La sua esperienza è molto importante per aiutare a sviluppare le nostre moto. Faremo del nostro meglio per aiutarlo a dimostrare il suo talento“.

Anche nella dichiarazione di Pedrosa viene fuori tutto il suo stile:

Sono molto lieto di annunciare il mio rinnovo con la Repsol Honda. Voglio ringraziare la fiducia che la Honda ripone in me offrendomi il rinnovo del nostro rapporto per altre due stagioni. Credo che sia meglio per me continuare in un Gruppo con cui ho guidato sin dalla mia prima gara. Fortunatamente, i negoziati sono stati veloci, quindi ora posso concentrarmi esclusivamente sulle gare“.

VY05

Con la caduta delle caselle Yamaha ed Honda, arriva anche la spinta per le posizioni in Ducati.
In questo caso, la notizia arriva dalla Gazzetta dello Sport, che da per certo il rinnovo di Andrea Dovizioso per la guida della Desmosedici al fianco di Jorge Lorenzo, vincendo il ballottaggio interno con Andrea Iannone. Anche in questo caso, la notizia pare scontata. Dovizioso, infatti, appare come il pilota più “accomodante” tra i due, e quindi meglio abbinabile al “tignoso” fuoriclasse spagnolo. Un’apparenza, in realtà, che però non fa i conti con una ruggine sedimentata dai tempi dell’accesa rivalità in 250.

VY07

In realtà, è più plausibile che la scelta sia data dal fatto che Andrea Dovizioso ha guidato lo sviluppo della moto di Dall’Igna fin dai primi passi, per cui il suo ruolo di “collaudatore in gara” è ancora preziosissimo.

VY01

E per chi ha la memoria corta, va ricordato che fu Dovizioso a sviluppare la ciclistica Ohlins della Honda ufficiale, creando i presupposti per le vittorie di Stoner e Marquez.

VY02
Va da se che per Andrea Iannone si aprirebbe l’ottima prospettiva di rimanere pilota ufficiale, accomodandosi sulla sella della Suzuki GSX-RR.

VY08

Anche questa notizia, data come probabile, è un’ovvia conseguenza della caduta delle altre tasselle del domino, ma forse la si può vedere anche come “indiscrezione pubblicizzata”, un servizio di “spinta” sicuramente nelle corde di un manager come Carlo Pernat, che di sicuro un paio di squilli al cellulare di Davide Brivio, team manager Suzuki, li avrà fatti…

Walter Veltri