Crea sito
header
TwitterRssFacebook
Pages Menu

Posted by on Set 20, 2016 in MOTO |

KAWASAKI W800 FINAL EDITION. L’OMAGGIO FINALE A 50 ANNI DI STORIA.

Con la presentazione della Kawasaki W800 Final Edition, il gigante giapponese manda in pensione un pezzo storico della sua storia.

W01

Una storia che comincia giusto 50 anni fa con la W1, con cui la casa di Akashi entrò nel mondo delle grosse cilindrate con un bicilindrico parallelo con distribuzione a coppie coniche. Da questo motore, Kawasaki realizzò una moto robusta e prestante, che rimase in commercio per molti anni e che traghettò la Kawasaki nel gruppo dei grandi produttori giapponesi di moto, pronta quindi a seguirli nello sbarco vincente in Europa ed USA, dove arrivarono anche le versioni W2 e W3 fino a metà degli anni ’70.

Kawasaki W650 1960

Kawasaki W650 1960

Per molti, la W1 era una furba copia della gloriosa Triumph Boneville degli anni 50/60, ma in realtà l’ispirazione dichiarata era dell’altrettanto mitica BSA A7. Ripreso il concetto e resa contemporanea, il bicilindrico parallelo di 650 cc raffreddato ad aria ritornò alle soglie del 2000, come risposta “verde” alla riscoperta dei classici, che stava premiando case come la rinnovata Triumph, la Moto Guzzi e l’eterna Harley Davidson.

Kawasaki 650 W3 1973

Kawasaki 650 W3 1973

Però, a differenza delle altre riedizioni, la Kawasaki ebbe il coraggio di riproporre l’autentica distribuzione a coppie coniche, riuscendo comunque a offrire ai clienti una moto all’altezza delle prestazioni richieste. Apprezzata e ricercata in patria ed in Europa, la W650 ha tenuto banco fino al 2010, quando venne il momento di rimettere ancora mano al progetto ed innalzare la cubatura a 800 cc, mettendola a norma con le regole antinquinamento rinunciando al carburatore e dotandola di iniezione ed, in seguito, di ABS.

Kawasaki W650 2000

Kawasaki W650 2000

Divertente, affidabile, facile da guidare: la W800 ha seguito la rotta delle versioni precedenti, e nelle ultime serie ha arricchito la sua gamma con le splendide versioni Cafè Style e nelle colorazioni verde classico. Come per la 650, la W800 è diventata una eccellente base di partenza per splendide special vintage, proposte in particolare dagli migliori artisti inglesi e scandinavi.

Kawasaki W800 Cafè Style

Kawasaki W800 Cafè Style

Il lungo cammino di questa storica moto, che va a concludersi con la Kawasaki W800 Final Edition, ci offre un modello allo stato dell’arte, curatissima nei particolari e venduta nelle due evocative colorazioni Candy Brown e Candy Sunset Orange.

W06

Non è mai facile dire addio ad una vecchia amica, specialmente se così amata, come il modello W800. Rendere omaggio alla serie W con questa Final Edition è un atto dovuto da parte di Kawasaki, per accomiatarsi adeguatamente da una produzione di motociclette così duratura e di successo”. Morihiro Ikoma, Director Corporate Planning di Kawasaki Motors Europe.

Walter Veltri