Crea sito
header
TwitterRssFacebook
Pages Menu

Posted by on Feb 23, 2017 in MOTO |

WORLD SSP 2017. UNA GRANDE STAGIONE DELLA SUPERSPORT AL VIA.

I presupposti ci sono davvero tutti, per un World SSP 2017 da ricordare negli annali. Presupposti che, sulla carta, rendono la classe “di mezzo” del mondiale per derivate di serie davvero imperdibile, e probabilmente con contenuti tecnici e sportivi anche di maggior interesse della stessa classe regina, la Superbike.

SSP_00

Tante squadre al via, nuove moto, nuovi piloti e tanti cambi di “casacca” hanno costruito un programma succulento per gli appassionati.
La squadra campione in carica, il team Puccetti, si presenta al via di Phillip Island senza Sua Maestà Kenan Sofuoglu, infortunatosi in prova. Il campionissimo turco salterà anche il secondo round in Thailandia, lasciando campo aperto ai suoi avversari per il titolo.

SSP_03

Kenan Sofuoglu – Kawasaki Ninja ZX6R Team Puccetti

Avversari che sono molti ed agguerriti, a partire dal suo compagno di box Kyle Ride. Per l’inglese, l’opportunità di avere l’esclusiva della stravincente Kawasaki Ninja del team italiano sarà decisiva, se saprà sfruttarla al meglio. La casa di Akashi potrà contare anche sull’apporto dei team Go Eleven, Orelac e Response, ed in particolare su piloti come Gino Rea, Kazuki Watanabe e Zulfahmi Khairuddin. Un occasione ghiotta anche per uno dei principali rivali di Sofuoglu, l’americano PJ Jacobsen, passato alla MV Agusta F3 ufficiale e quindi finalmente con un ruolo da sfidante “di ruolo”.

SSP_02

Patrick “PJ” Jacobsen – MV Agusta F3 Reparto Corse

Al suo fianco il giovane Alessandro Zaccone, che dovrà confermare il talento messo in mostra lo scorso anno. La casa varesina potrà contare ancora sulle prestazioni di Alex Baldolini, che insieme a Davide Pizzoli sarà nei box del team ATK#25, mentre Roberto Rolfo guiderà la F3 del team Vamag. Molto atteso anche il debutto della nuova Yamaha R6, che avrà riferimento principale nel team ufficiale GRT e nei piloti Federico Caricasulo e Lucas Mahias, ma potrà contare anche sulle ambizioni del team Kallio, che schiera il sorprendente Niki Tuuli e lo sudafricano Sheridan Morais.

SSP_04

Federico Caricasulo – Yamaha R6 GRT

La Honda on rimarrà a guardare, azi si presenta agguerritissima, in particolare con un pilota affamato di riscatto come Jules Cluzel (con il team ufficiale PTR), ma anche con il funambolico americano Kyle Smith (team Lorini) e con il nostro Christian Gamarino con la CBR messa a disposizione da Fabio Evangelista (Bardahl Evan Bros).

SSP_01

Jules Cluzel – Honda CBR600RR PTR

La succulenta ciliegina sulla torta arriva dal Regno Unito, visto che il team Profile Racing ha accettato la sfida mondiale, e schiererà due Triumph Daytona, affidate alle sapienti cure del campione britannico Supersport Luke Stapleford ed al giovane connazionale Stefan Hill.

SSP_05

Luke Stapleford – Triumph Daytona 675 Profile Racing

Ricapitolando: 26 piloti (tra i quali almeno un terzo sono in grado di giocarsi il podio), 13 team, 5 case costruttrici. Mica male, direi, trattandosi di una categoria data da tempo per defunta!

Walter Veltri