Crea sito
header
TwitterRssFacebook
Pages Menu

Posted by on Apr 24, 2016 in AUTO |

WRC 2016. HAYDEN PADDON RIPORTA LA HYUNDAI ALLA VITTORIA.

Hayden Paddon da Geraldine, Nuova Zelanda, iscrive per la prima volta il suo nome sulla lunga lista dei vincitori di una gara del Mondiale Rally.

AR01

Lo fa con un’autentica prova di forza, in una tre giorni tirata e difficile, tenendo sempre dietro al lunotto della sua Hyundai i20 Sua Maestà Sebastien Ogier: mica facile! Paddon, alla fine ha vinto cinque prove speciali, compresa la power stage di chiusura, contro le tre di Ogier.

AR03

Eppure, la storia di questo Rally d’Argentina stava tessendo una trama diversa. Jari-Matti Lattvala, esaltato dalla vittoria messicana e determinato a riprendere la lotta per il campionato a suon di vittorie, fino alla fine della seconda giornata stava dominando sui veloci percorsi in terra rossa, imponendosi in ben sette speciali e tenendo la sua Volkswagen Polo con bel gruzzolo di secondi di vantaggio dalla i20 di Paddon.

AR05

Poi, il fattaccio: una traiettoria sbagliata in un tratto scorrevole e veloce lo proietta in aria, distruggendo a suon di piroette la sua Polo. Insomma, dal possibile trionfo alla clamorosa debacle in un pochi secondi. Ancora una volta, quindi, sono i centimetri a far la differenza tra i campioni e le eterne promesse. E purtroppo Lattvala, pur indiscutibilmente veloce, non riesce ad uscire dal secondo gruppo…

AR06

Lo stesso si può dire di Thierry Neuville, sempre spettacolare ma sempre poco concreto. Il suo ruolo di capofila in Hyundai, ormai, non è più certo, visto che non riesce a perdere l’abitudine di rovinare le sue gare fin dai primi assalti. Ora, il belga non è più l’unico vincitore con la i20.

AR07

Per la Hyundai la partecipazione al WRC è stata una scommessa impegnativa, con la costruzione da zero di un Team efficente e superprofessionale e con uno sviluppo di due anni con una vettura sempre più competitiva. Ora, con la nuova versione della i20, la casa coreana ha alzato di molto la scommessa, con una vettura apparsa molto efficace fin dai test pre-campionato. Eppure, fin ora, i risultati sono stati inferiori all’impegno profuso, per cui si può realisticamente ipotizzare che la nuova i20 ed il Team valgono di più di quanto fatto vedere da piloti dotati di talento ad intermittenza.

AR02

Questo, a meno che Hayden Paddon da Geraldine, Nuova Zelanda, entrato nelle file della Hyundai come riserva e tenuto come terza scelta, non dimostri di poter lottare in ogni gara come ha fatto in questo Rally d’Argentina.

Walter Veltri