Crea sito
header
TwitterRssFacebook
Pages Menu

Posted by on Mar 14, 2017 in AUTO |

WRC 2017. KRIS MEEKE E LA CITROEN C3 VINCONO IN MESSICO. MA CHE PAURA…

Si, Kris Meeke ha vinto il Rally del Messico 2017. Ma è il come ha vinto, che merita di essere raccontato e ricordato.
Partiamo dalla fine. Ultima speciale, la Power Stage a Derramadero: Kris Meeke scatta per ultimo, con un vantaggio di 37,2 secondi su Sebastien Ogier. Fino a quel momento, l’inglese aveva gestito magistralmente le pieghe di un Rally del Messico duro ed insidioso. Il circus del WRC si è presentato alla prima prova sullo sterrato, accolto da un caldo torrido e ma anche con la pioggia improvvisa.

Ma è stato il gran caldo a mettere in crisi le vetture ancora acerbe. In particolare, a soffrire maggiomente è stato il capoclassifica Jari-Matti Latvala, attardato nelle prime speciali e costretto ad una furiosa rimonta, che lo ha portato al sesto posto finale. Molti problemi, probabilmente, sono stati causati da gravi problemi organizzativi dovuti ad un blocco di traffico la mattina di venerdì, che ha causato l’arrivo delle vetture e delle assistenze in forte ritardo sul programma di gare, sconvolgendo la prima giornata ma anche il lavoro dei team.

Le Ford Fiesta hanno viaggiato più spedite, mentre le Hyundai i20 hanno perso tempo prezioso nella prima giornata. Chi più, chi meno, tutti hanno patito le condizioni estreme sui veloci e piatti sterrati. Tutto meno Kris Meeke, che ha preso la testa del gruppo e dopo aver conquistato un margine di sicurezza sul campione del mondo in carica, è riuscito ad amministrare il vantaggio fino all’ultima speciale.

Si, proprio la Power Stage, che Meeke ha affrontato con la voglia di vincerla, ma tenendo ben presente l’obiettivo finale. L’impresa era già in tasca, ed il team riunito sotto la tenda dell’assistenza si preparava a gioire per la prima vittoria della nuova C3.

Poi, in un attimo, tutti gli occhi sono rimasti sgranati ed il respiro è rimasto sospeso. Meeke, ad una manciata di metri dall’arrivo, sbaglia l’ingresso di una curva ed esce largo, volando fuori dal percorso in un parcheggio posto un paio di metri sotto la strada. La Citroen C3 colpisce un’auto in sosta e si trova, in velocità, in direzione di un gruppo di auto posteggiate in maniera caotica. Il pilota nordirlandese, stranamente, punta sulle auto ferme e si produce in un’incredibile gimkana infilandole, in velocità, a pochi centimetri. Poi, trova la rampa di uscita e rientra sul percorso come nulla fosse. A gas aperto, Kris Meeke va a chiudere il suo rally, e nell’incredulità di tutti i presenti (e di chi seguiva in diretta l’evento) è riuscito a perdere solo 13 secondi nell’assurdo e spettacolarissimo fuori programma.

Gioia ed incredulità, ma a completamento di una gara meritatissima e gestita magnificamente dal team Citroen, che ha trovato sempre le migliori soluzioni di gomme nelle lughissime speciali messicane. Sul podio, dietro Meeke e Ogier, sale anche Thierry Neuville, che porta a casa anche i 5 punti della Power Stage. Il pilota della Ford M-Sport Sebastien Ogier, con 66 punti, riconquista la testa della classifica, davanti ai 58 punti dell’ex compagno Jari-Matti Latvala ed al concretissimo Ott Tanak, a dieci punti dal finlandese della Toyota.

Walter Veltri