Crea sito
header
TwitterRssFacebook
Pages Menu

Posted by on Gen 24, 2016 in AUTO |

WRC. IL TERZO MONTECARLO DI OGIER.

Andare più forte possibile, sbagliare il meno possibile. Sebastien Ogier conosce bene la formula magica del rally, ed anche per l’avvio della stagione 2016 del WRC l’ha messa in pratica.

01

Il terzo successo consecutivo al Rally di Montecarlo è stato un vero atto di forza del campione del mondo, e la gioia della Volkswagen Motorsport è stato completata anche dalla seconda posizione di Andreas Mikkelsen.

03

Un rally duro, difficile, questo Montecarlo. L’alternarsi di tratti ghiacciati e asfalto asciutto ha messo spesso in crisi i team nella scelta di assetti e coperture, ed in cui gli errori più banali hanno causato danni irreparabili. In uno di questi errori è incorso Kris Meeke, nel corso della 12esima prova speciale.

05

L’inglese della DS3 è stato l’unico pilota in grado di impensierire seriamente Ogier fin dalle prime battute, rimanendogli in scia mentre, alle loro spalle, si creava il vuoto. Fuori Meeke, Ogier ha portato la sua Polo guidando sulle uova, mettendo da parte ogni inutile spavalderia e puntando direttamente a chiudere in bellezza.

02

Fuori anche Iari-Matti Lattvala, anche lui nella lunghissima speciale della seconda giornata fatale a Meeke, la lotta per il podio è stata un affare privato tra il norvegese su Polo e Thierry Neuville, capace di un recupero entusiasmante dopo aver dilapidato minuti preziosi nelle prime battute di gara.

04

L’arrembaggio del belga, alla guida della nuova Hyundai i20, si è però fermato proprio nel corso della power stage finale, per guai alla trasmissione che l’hanno costretto a raggiungere l’arrivo a velocità da pensionato col cappello. Ciò, comunque, non gli ha impedito di godersi il podio, visto che il quarto, Mads Ostberg, era ben distante.

07

A conti fatti, la Ford M-Sport ha fatto un buon acquisto, visto che Ostberg si conferma uno che la macchina la porta alla fine della gara, ed in un Montecarlo a così alto rischio portare a casa un quarto posto non è male (visti i precedenti). Poca gloria per i colori italiani, visto che sia Lorenzo Bertelli che Robert Kubica, che portava al debutto la Ford Fiesta del BRC Racing Team di Cherasco, si sono ritirati nel corso della seconda giornata.

08

Unica soddisfazione è il terzo posto nella classifica WRC3 di Fabio Andolfi dell’ACI Team Italia, mentre nella WRC2 Elfyn Evans, sempre alla guida di una Ford Fiesta M-Sport, si è potuto consolare dalla “retrocessione” vincendo di misura sulla Skoda Fabia di Armin Kramer.

06

Poco riposo per tutti, visto che tra due settimane la carovana del Mondiale Rally sarà impegnata tra la neve ed il ghiaccio del Rally di Svezia.

Walter Veltri